Alessandro Maria Zezza nasce a Maglie, provincia di Lecce, il 23 ottobre 1975. La sua passione innata per l’ospitalità e la sua straordinaria creatività lo hanno portato a trasformare una masseria in una delle perle più iconiche di Puglia.

Valorizzare il territorio attraverso un’ospitalità consapevole.

Nel 2000, Alessandro Maria Zezza ha dato vita alla sua società, unendo tradizione e modernità per creare un’esperienza senza precedenti. Il suo impegno e sua la dedizione hanno portato a riconoscimenti di prestigio, come il premio Hospitality Hotel di Unioncamere nel 2008 e 2009, che ha consacrato Masseria Panareo come il miglior hotel d’Italia.

Nel 2021 gli viene riconosciuto il premio Industria Felix di Confindustria. Tra il 2005 e il 2010, ha abbracciato una sfida importante come Consigliere Comunale nel suo paese d’origine, Uggiano La Chiesa.

In cerca di nuove sfide, nel 2016 Zezza ha dato vita a un’altra realtà nel mondo dell’ospitalità: Dimora Duchessina, una delle prime dimore d’epoca salentine. Questo gioiello architettonico è stato concepito come una sinfonia di tradizione e stile, una dimostrazione concreta della sua passione per la cultura locale.

Nel 2022 rientra dopo anni di assenza nel mondo della rappresentanza sindacale, diventando Consigliere di Federalberghi Lecce.

Esperienze d’arte in Masseria.

L’arte e i giovani sono sempre stati nel cuore di Zezza. Nel 2015, ha aperto la prima e unica residenza d’arte nel Salento, un incubatore di creatività per artisti provenienti da tutto il mondo.

Creare un vivaio di opportunità.

Con il cuore rivolto al futuro, nel 2023, Zezza ha dato vita ai primi Job Day nel Salento, unendo forze con Confcommercio Lecce, Federalberghi Lecce, Rete Turistica Otranto e altre istituzioni prestigiose.

Grazie a questa iniziativa, più di 80 aziende accreditate hanno partecipato al Job Day aprendo le porte a nuove opportunità lavorative per i giovani e una crescita economica senza precedenti.

La storia di Alessandro Maria Zezza è una testimonianza di coraggio e ambizione, un invito a credere nella propria visione e a trasformarla in realtà.